L'Europa deve trovarsi pronta ad affrontare "un'era di pandemie". Lo dichiara Ursula von der Leyen al Financial Times, commentando così il delicato momento che l'Ue sta attraversando col coronavirus nonché il problema relativo alla consegna dei vaccini.

La presidente della Commissione europea sottolinea che "l’Europa è determinata a rafforzare la propria capacità di produrre vaccini. Stiamo entrando in un’era delle pandemie". Con uno sguardo rivolto al passato, continua "negli ultimi anni abbiamo assistito a Hiv, Ebola, Mers e Sars, quelle erano epidemie che potevano essere contenute, ma non possiamo pensare che sia tutto finito una volta superato il Covid-19. Il rischio resta".

Per quanto riguarda il tema vaccini, von der Leyen annuncia che a breve partirà un secondo contratto con Pfizer/BioNTech, in concomitanza con l'arrivo del vaccino della Johnson&Johnson previsto ipoteticamente a marzo.

Sezione: Altre Notizie / Data: Dom 28 febbraio 2021 alle 23:10
Autore: Veronica Mandalà / Twitter: @very_mandi
Vedi letture
Print