"Come riportato da alcuni quotidiani nazionali, il Governo Draghi non ha ascoltato la voce di quanti hanno chiesto la proroga del pagamento delle rate del 2020, relative alla rottamazione ter. Difatti, il primo marzo si deve pagare, altrimenti scadono i benefici e sono dolori", ha dichiarato Biagio Maimone, fondatore del Movimento Sudisti Italiani, il quale ha aggiunto: "E' un duro colpo sulla testa di milioni di italiani da parte di questo nuovo esecutivo, che non ha avuto alcuna pietà nei confronti dei più poveri. Il Governo Draghi ha ratificato, in tal modo, che non esistono sconti per chi ha debiti con l'Agenzia delle Entrate. Cosa pensare, allora? La pandemia e le relative chiusure, imposte dal precedente Governo Conte, che hanno bloccato  l'economia, in tal modo, si infrangono,  sempre più, addosso ai poveri e agli indebitati. Un gesto crudele contro contro la povera gente, può definirsi tale decisione dell'attuale Governo, che, a quanto pare, come da più parti si afferma, sembra si orienti all'aiuto delle multinazionali e  delle banche. Siamo, peraltro, in attesa di nuove disposizioni concernenti la chiusura di molte attività a causa del Covid, che genereranno una ulteriore crisi economica. Mi chiedo dove i cittadini possano trovare i soldi per pagare tasse, cartelle, nonché rateizzazioni varie. Lo Stato dimostra un cuore di pietra verso i propri cittadini menoabbienti? O, forse, dimostra un cuore tenero ed affettuoso verso  i cittadini abbienti e facoltosi? Che dire? Certo, iniziamo male!"

Sezione: Altre Notizie / Data: Dom 28 febbraio 2021 alle 14:15
Autore: Redazione PN
Vedi letture
Print