"Il conferimento della medaglia d'oro alla memoria del Comune di Milano ad Angelo Chessa è un importante riconoscimento al suo impegno per fare piena luce sul disastro della Moby Prince. Come si legge nella motivazione della benemerenza: 'Determinato e mai rassegnato, si è battuto con gli altri familiari delle vittime per avere verità e giustizia. Grazie a questo impegno si è arrivati alle commissioni parlamentari di inchiesta', commissioni che hanno dimostrato quanto fossero lacunose le sentenze passate che attribuivano la responsabilità della collisione con la petroliera Agip Abruzzo alla presenza di nebbia e ad errori umani del comando del traghetto. Oggi sappiamo che la condotta di tutto l'equipaggio è stata ineccepibile. Siamo profondamente grati al sindaco Sala per questa iniziativa che ci ripaga del tanto silenzio e solitudine di questi 32 anni.

Ci auguriamo adesso che la politica possa quanto prima completare il lavoro di indagine parlamentare con la nuova commissione di inchiesta istituita due mesi ma, purtroppo, non ancora operativa". Lo dicono i presidenti delle associazioni dei familiari delle vittime della Moby Prince, Luchino Chessa (Associazione 10 Aprile-Familiari Vittime Moby Prince) e Nicola Rosetti (Associazione 140).

Sezione: Altre Notizie / Data: Gio 07 dicembre 2023 alle 14:50
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print