"Il Cts in questo periodo si è espresso sulla necessità di guardare con attenzione alla riapertura il piu' presto possibile di tutto il contesto scolastico. Ormai da settimane l'obiettivo è riaprire il prima possibile e mantenere aperto, sarebbe devastante aprire e poi dover tornare a situazioni diverse. Il Cts si è espresso sulla necessità di far tornare i ragazzi in presenza. La convinzione è che ci sia un danno nel tenere lontano i ragazzi dalla scuola soprattutto sulla sfera psicologica, con il rischio di avere una generazione di ragazzi fragili, con effetti importanti negli anni a venire".Così il presidente del Cts Agostino Miozzo alla Camera.

"I dati ci dicono che la scuola non è a rischio zero, questo non esiste, ma è difficile differenziare il contagio, capire se i contagi sono avvenuti dentro o fuori dalla scuola. Il rischio trasporti, soprattutto per i ragazzi delle superiori, è importante. Il suggerimento è potenziare il monitoraggio, gli screening, i tamponi, il potenziamento dei trasporti e differenziare gli ingressi dei ragazzi negli istituti". 

Sezione: Altre Notizie / Data: Mer 02 dicembre 2020 alle 15:50
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print