L'indice Rt scende in Italia a 1,18 ma, avvertono gli esperti, "questo andamento non deve portare ad rilassare le misure o abbassare l'attenzione nei comportamenti". Il presidente dell'Iss Brusaferro avverte: "Non dobbiamo cantare vittoria". In 17 Regioni c'è 'rischio alto di epidemia non controllata', 18 sono sopra la soglia critica per i ricoveri. L'Abruzzo passa in zona rossa. In bilico il Friuli (da arancione a rosso), il Veneto e il Molise (da giallo a arancione). Il ministro Speranza ha firmato intanto l'ordinanza con cui rinnova fino al 3 dicembre il provvedimento del 4 novembre con misure per le Regioni rosse (Lombardia, Piemonte, Calabria e Valle d'Aosta) e arancioni (Puglia e Sicilia).

Sezione: Altre Notizie / Data: Sab 21 novembre 2020 alle 09:30
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print