Andrea Crisanti, intervistato dal Corriere della Sera, si è così espresso sulla questione vaccini sui bambini. “Non sono contrario a vaccinare i bambini. Sono semplicemente attendista. Dico solo che non c'è fretta. Fra due mesi, quando avremo i dati di Israele dove sono partiti a tamburo battente con la campagna pediatrica, potremo concludere che questi vaccini sono sicuri. Sono certo che così sarà. Però è troppo presto per cominciare, adesso, con un piano di profilassi a tappeto. La fretta bisogna averla invece nel somministrare le terze dosi. Avere abbreviato i tempi è una mossa giustissima. In questo modo si anticipa il calo dell'immunità. Dopo sei mesi la protezione dall'infezione diminuisce dal 95 al 40%, quella dalla malattia dal 90 al 65%. Quindi se le difese vengono ripristinate dovremmo metterci al sicuro. È l'assoluta priorità. Bisogna fare presto”. 

Sezione: Altre Notizie / Data: Lun 29 novembre 2021 alle 09:20
Autore: Giovanni Spinazzola
vedi letture
Print