Chiusura delle scuole di ogni ordine e grado in Abruzzo a partire da lunedì 1 marzo a causa dell'aumento dei contagi di coronavirus. Dunque, come sottolinea l'ordinanza del presidente della Regione Marco Marsilio, sia elementari, medie che superiori proseguiranno con la DAD, ossia didattica a distanza. La decisione è stata presa dopo il monitoraggio effettuato dall'Asl e dal gruppo tecnico scientifico regionale che ha riscontrato l'incremento dei casi di positività negli studenti. Pertanto restano aperti solamente gli asili.

L'ordinanza

L'ordinanza emanata in data odierna sancisce l'applicazione della DAD  "dalle elementari alle superiori, per agevolare la campagna vaccinale che nel frattempo è stata indirizzata, tramite le Asl, verso il personale scolastico per arrivare il prima possibile a garantire quella copertura vaccinale che consenta una successiva riapertura più serena e sicura". Ciò è dovuto "all'incremento dei contagi nella fascia in età scolare, come si sta verificando anche a livello nazionale".

Suddetto provvedimento proroga di fatto "la zona rossa nella province di Chieti e Pescara solo per quei Comuni che continuano a mostrare una persistenza nei contagi e un'incidenza troppo elevata. Zona rossa che si restringe all'area metropolitana, eccezion fatta per qualche centro più distante come ad esempio Caramanico e Lanciano".

Sezione: Altre Notizie / Data: Sab 27 febbraio 2021 alle 22:50
Autore: Veronica Mandalà / Twitter: @very_mandi
Vedi letture
Print