Ai microfoni di Rete 4 nel corso di ‘Stasera Italia’ è intervenuto il leader di Azione Carlo Calenda: “Il Paese è provato non solo dal lockdown ma anche dall’assenza di fondi. Quello che si prospetta non è un meccanismo di semplificazione. Bisogna semplificare facendo cose semplici. La cassa integrazione in deroga si sapeva dall’inizio che non avrebbe funzionato. Restituite l’anticipo dell’IRAP dello scorso anno. Dobbiamo fare decreti che siano semplici e applicabili. Ci sono a mio avviso dei ministri che non sono all’altezza, penso ad esempio alla ministra dell’istruzione. Il tema non è la semplificazione come processo burocratico, ma gli strumenti. Questo è un Paese che parla solo di fascisti e comunisti, ma di gestione non parla mai nessuno. Quando lanciammo Azione a novembre lo facemmo parlando della sanità, ma era un argomento che non interessava a nessuno perché si parlava solo di fascisti, comunisti e pieni poteri”.

Sezione: Altre Notizie / Data: Gio 04 giugno 2020 alle 21:45
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print